ritrattista

Quadri Moderni Online

I quadri qui presentati online sono tutte opere di Andrea Bonaventura, artista digitale che da oltre venti anni crea quadri moderni da fotografie utilizzando il computer. Nelle varie pagine del sito potete trovare una selezione delle sue opere, dal quadro di nudo al paesaggio al ritratto stile pop art. (Per una panoramica più completa potete visitare anche il sito del laboratorio ARTE 21 gestito da Bonaventura). Ogni immagine può essere riprodotta dall'artista utilizzando le diverse tecniche di stampa su ogni tipo di supporto. In genere vengono stampate su carta da affissione pubblicitaria poi montata su box di legno, ma è possibile anche averle su richiesta stampate su alluminio, tela pittorica, plexiglass.

Quadri in vetrina


arte

Parliamoci chiaro: chi di noi oggi quando deve andare a comprare un quadro va in una galleria d'arte? Ben pochi. Già andare a comprare un quadro per arredare la nostra camera è difficile perché bisogna prendere la macchina, spostarsi, poi cercare parcheggio. Magari quel giorno vai e la galleria è chiusa e hai perso solo tempo, oppure è aperta ma ha esposti tutti quadri che non ti piacciono, e torni a casa a mani vuote. Allora molte persone decidono di comprare quadri online. Si mettono su internet e cercano tra i vari siti chi ha i quadri più belli o chi ha quadri adatti alle loro tasche. Online si trova davvero di tutto. Puoi trovare quadri moderni o quadri classici, quadri piccoli e grandi, quadri colorati o con pochissimo colore. Alcune volte trovi anche quadri pop art e financo quadri astratti. Il rischio è che magari scegli il quadro, lo paghi e poi non ti arriva niente. In questo caso sei stato imbrogliato e devi rivolgerti alla polizia postale. Però basta quel minimo di attenzione per capire se un negozio di quadri online è serio o se sono degli imbroglioni. Se per esempio il negozio esiste davvero, magari c'è un numero di telefono fisso, o un indirizzo che possiamo controllare. Se corrisponde a una galleria d'arte già siamo più sicuri che non si tratti di una fregatura. Per comprare online i quadri dobbiamo avere in genere una carta di credito o una prepagata. Li scegliamo, li aggiungiamo al carrello e poi paghiamo. Ricordatevi sempre di scrivere anche l'indirizzo di casa vostra per farveli spedire, altrimenti il negoziante (o l'artista stesso) riceve i soldi ma non sa che fare col quadro che avete comprato. Come in un acquisto dal vivo, a volte potete contrattare sul prezzo se state comprando due o tre quadri in una volta sola. Magari chiedete che il quadro più piccolo ve lo diano in regalo, o cion un buono sconto applicato al prezzo di listino. Certo, questo fatto dello sconto dipende anche quanto state spendendo. Se per esempio già un quadro è molto economico non è che potete pretendere che vendendolo online vi facciano risparmiare ulteriormente. Se però magari comprate un quadro per la camera da letto, uno per il soggiorno e uno per la camera dei bambini, in tutto fanno tre quadri e allora chiedete una piccola riduzione sul prezzo. Uno dei problemi dei quadri online sono i colori. Infatti a volte sono fotografati male e i colori sembrano più belli di quelli che in realtà sono, e quando ci viene consegnato il quadro che abbiamo comprato, siamo presi dallo sconforto. Spesso non possiamo nemmeno protestare più di tanto, perché non è che abbiamo scelto un quadro rosso e ce l'hanno mandato blu, ma magari è arrivato e ci accorgiamo che il rosso è un rosso di tonalità sbiadita e non quel bel rosso vermiglione che vedevamo al computer navigando nella galleria online. Per non rischiare, potwete sempre comprare dei quadri digitali che se fatti da un bravo artista sono molto belli e online si vedono meglio dei quadri dipinti, perché sono stati fatti proprio al computer con i colori del computer, e a meno che non li abbiano stampati male rischiamo meno di avere brutte sorprese quando li dobbiamo appendere sulla parete che abbiamo scelto.

Se state programmando di comprare qualche bel quadro per arredare la vostra casa la cosa migliore, invece di perdere tempo a girare con la macchina per tutta la città alla ricerca di una galleria d'arte o un negozio di quadri, è rivolgersi a qualche negozio online di quadri. I vantaggi sono evidenti: non sprecate tempo e benzina, non dovete cercare parcheggio, non rischiate di prendere una multa mentre scegliete i vostri quadri, e soprattutto, se comprate un quadro di grandi dimensioni, non dovete caricarvelo sulle spalle per portarlo fino alla macchina e poi a casa. Comprando opere d'arte sul web le riceverete direttamente a casa, ben imballate, magari anche con la cornice e pronte da appendere. Vediamo allora qualche consiglio per scegliere al meglio i negozi di quadri sul web e per non restare delusi dal quadro che ci arriverà. Per prima cosa dovete essere sicuri dello spazio dove dovete appendere il quadro, quindi munitevi di metro e misurate bene la parete. Ricordatevi che dovete considerare un po' di spazio in più, altrimenti il quadro resta soffocato dagli spigoli o dagli altri supplementi di arredo che occupano la parete. In questa operazione vi conviene avere a portata di mano un blocco e una matita, in modo da segnarvi tutto quello che non dovete assolutamente scordare mentre procedete all'acquisto. In secondo luogo, dovete capire che colori volete. Magari vi piacerebbe un quadro giallo ma avete il divano blu, allora dovete prima telefonare a un amico pittore e chiedergli se il giallo e il blu stanno bene insieme. Ovviamente il consiglio vale anche per chi ha il divano rosso e vorrebbe un quadro azzurro proprio sulla parete dietro al divano. Se il quadro è per la camera da letto, invece del divano dovete considerare il colore del copriletto e dei cuscini, quindi segnate tutto sul vostro taccuino e quando chiamate il vostro amico artista fategli ben presente il quadro cromatico della stanza. Quando vi avrà dato l'ok allora accendete il computer e cercate un buon negozio di quadri sul web. In genere i pagamenti si fanno con carta di credito o carta prepagata, quindi assicuratevi di avere abbastanza soldi sul conto. Ma quanto costa un quadro quando lo compriamo online? Tranquilli, ci sono opere per tutte le tasche e di tutti i colori. Potete trovare quadri gialli a pochi euro e quadri rossi e verdi a migliaia di euro. In genere i quadri in bianco e nero costano meno perché sono più facili da fare, anche se spesso uno compra un quadro per dare un po' di colore alla casa, allora in questo caso è meglio spendere un po' di più e comprare un quadro con almeno tre colori. Se il vostro budget è illimitato, vi consiglio di contattare direttamente il sito web di qualche museo importante e comprarvi un Picasso o un Van Gogh. Se amate l'arte astratta potete anche ordinare un Kandinsky. Ma di solito si preferisce spendere in vestiti o in ristoranti, quindi forse è meglio orientarsi su qualcosa di più economico, magari una riproduzione su tela o un quadro fatto in cina su materiali scadenti. Tanto una volta appeso, se il colore è giusto, il quadro farà sempre un bell'effetto se il colore è coordinato con i colori dei mobili e delle tende. Quando comprate dei quadri di paesaggio fate attenzione alla presenza del verde, che in genere è molto utilizzato per questo genere di opere. A meno che non si tratti di un paesaggio autunnale dove predominano i marroni, o un paesaggio marino dove il blu e l'azzurro la fanno da padroni, se il colore del divano non sta bene col verde evitate i quadri di paesaggio e orientatevi magari su un quadro di nudo. Se avete bambini in casa sul quadro potete attaccare con delle pratiche mollette un fazzolettino che copra le parti più scabrose. E' una soluzione molto pratica per i quadri di donne nude. Quando avete comprato online il quadro, assicuratevi di avere un martello con i chiodi a casa, in modo che potete subito appenderlo al muro. Se dovete appendere il quadro molto in alto, avrete anche bisogno di una scala. Alcuni negozi di quadri online vendono insieme al quadro già incorniciato dei pratici kit per appenderlo (due chiodi, un martellino e una scaletta). Vi consiglio di acquistarlo e farvi arrivare tutto con corriere a casa, in modo da non docver perdere tempo al momento dell'installazione. In questo modo non rischiate di cadere da una sedia traballante su cui sareste saliti per collocare il quadro alla giusta altezza. Quando finalmente avete appeso il quadro, date un'occhiata qui e pentitevi di non averlo comprato da Arte21.

Quando parliamo di quadri moderni dobbiamo essere in grado di riconoscere tutti gli stili artistici che questa categoria comprende, altrimenti rischiamo di fare brutta figura con gli amici e poi nessuno ci riterrà attendibili se iniziamo a parlare di arte. Cerchiamo allora di fare un po' di chiarezza tra le varie correnti dell'arte contemporanea. Per prima cosa c'è l'Impressionismo, che mette nei quadri molte pennellate colorate. Il dipinto impressionista, come dice la parola stessa, impressiona per i suoi colori pastello e un po' confusi e quando è appeso in un museo importante fa sempre la sua figura. Gli impressionisti facevano soprattutto quadri di paesaggi con molti colori. Poi c'è l'Espressionismo, dove quello che l'artista vuole esprimere sono le espressioni. Per farlo in genere usa colori molto forti, soprattutto il rosso. Anche gli espressionisti facevano quadri moderni per la loro epoca e, se si sceglie la cornice giusta, stanno molto bene in un salotto sia classico che moderno. Altra corrente artistica molto importante quando si parla di quadri moderni è l'Astrattismo, dove i pittori si divertivano molto perché non serviva disegnare qualcosa di reale, come un viso o un paesaggio, ma bastava mettere un po' di linee e un po' di colori a caso e il quadro era pronto. In questo modo i pittori astratti riescono a fare molte più opere, perché per dipingere una tele anche di grandi dimensioni si fa molto prima se non devi seguire un disegno realistico troppo preciso. A molti non piacciono i quadri astratti perché li trovano molto semplici da fare e dicono “Che ci vuole, lo posso fare anche io”. Però tutto sommato quando in salotto appendiamo su una parete bianca un'opera astratta fa sempre la sua figura, perché non capiamo bene quello che rappresenta e parlandone possiamo inventarci un po' quello che vogliamo e sembriamo molto critici d'arte esperti e competenti, l'importante è usare termini tipo “cromatico” o “materico”. Altra corrente dell'arte moderna è il Surrealismo, dove si va un po' oltre la realtà e si dipingono cose un po' strane, però figurative (altrimenti si parla di astrattismo). In genere sono disegni onirici e fantasiosi, che si adattano bene alle camere da letto, a meno che non rappresentino soggetti preoccupanti, sennò poi abbiamo incubi. I surrealisti usavano molto blu e viola scuro nel dipingere, quindi se vi trovate dabvanti un quadro con una forte dominante di questi colori e non sapete che dire, potete provare a commentarlo come fosse un quadro surrealista. Anche il Simbolismo fa parte dell'arte moderna, quindi quando vedete un quadro con dei simboli non dite mai che è un quadro classico altrimenti non ci fate una bella figura. I simbolisti in genere sapevano disegnare molto bene con i pennelli e facevano rappresentazioni molto precise dei simboli che volevano dipingere. Per concludere questa breve rassegna sull'arte contemporanea, abbiamo infine la Pop Art, che fa quadri moderni molto divertenti, perché usa colori blillanti e i soggetti sono spesso spiritosi, o quantomeno presentati in maniera spiritosa. Gli artisti che facevano pop art in genere coloravano lo stesso ritratto con colori diversi, in modo da fare dei trittici o quadri multipli di grande effetto. In questo modo risparmiavano anche tempo, magari si stampavano una foto in bianco e nero del viso a cui volevano fare il ritratto e poi lo coloravano con il verde, il giallo, il violetto e il rosso. Questa corrente artistica è molto indicata per un arredamento moderno, perché i colori sgargianti vanno tanto col design d'avanguardia.

Oggi è molto facile essere artisti ricchi e di successo, basta vendere i quadri online. Se vuoi fare l'artista, una professione dove si lavora poco e si guadagna bene, allora ti conviene oggi fare l'artista online. In pratica, una volta che hai fatto i quadri, non li esponi in una galleria d'arte tradizionale, cioè dentro un negozio, ma su un sito internet. Vediamo cosa fare. Per prima cosa devi fare delle belle foto ai tuoi quadri. Magari fai due foto per ogni quadro, una solo all'opera, una dopo che la hai appesa alla parete, così si vede quanto è grande e se arreda bene. Ovviamente se hai fatto quadri digitali e non pittorici è più facile, perché hai già tutte le immagini. Ricordati di segnare su un blocchetto tutte le misure dei quadri, così poi sarà più facile venderli. Una volta che hai le foto, ovviamente scattate in digitale così è più facile averle sul computer, devi fare un sito internet. E' molto più facile di quello che pensi, ci sono i programmini che li fanno, tu devi solo scrivere che categorie di quadri ci vuoi, quanto devono essere grandi le scritte, quanto le foto, dove scrivere i prezzi e tutte le informazioni per farli comprare. Una volta che il sito è pronto, lo metti online, cioè su internet, il magico mondo di internet. A questo punto, tu sai quanta gente va su internet? Milioni, e tutti possono vedere il tuo negozio online di quadri. Allora ci cliccano e vedono che là si vendono dei bei quadri moderni, quindi se a loro serve un quadro, magari per arredare il soggiorno o la camera da letto, ne scelgono uno e se lo comprano. Immaginate che decine di persone ogni giorno cliccano sul vostro sito e si comprano un quadro. Voi ben presto diventerete artisti famosi e anche molto ricchi. Ovviamente bisogna fare attenzione a molti particolari affinchè la carriera di artista online abbia successo. Per esempio dovete essere bravi a fare i pacchi, cioè a imballare il quadro per la spedizione, perché nei negozi online bisogna sempre spedire l'acquisto a casa del cliente, anche se abita in un'altra città o addirittura in un altro paese. Un piccolo trucco è scriversi tutti i prezzi delle spedizioni per i posti più importanti, così quando online si vogliono comprare un vostro quadro astratto per esempio, voi già sapete che cifra aggiungere al prezzo del quadro per poterlo spedire senza rimetterci soldi. Se quando li imballate mettete anche una protezione di cartone è meglio, altrimenti l'assicurazione potrebbe non rimborsarvi in caso di danno. Un'altro trucco importante è mettere i quadri online sul sito dividendoli per categorie, tipo quadri di paesaggi, astratti, quadri di nudo, ritratti e tante altre, in modo che con facilità chi cerca un soggetto lo trova e compra il quadro o la stampa. Soprattutto vendendo quadri moderni puoi fare grandi affari, infatti internet pullula di collezionisti e architetti di interni alla ricerca di tele da appendere dietro il letto matrimoniale, soprattutte le tele e le stampe di grandi dimensioni e dai colori vivi e accesi con forti tonalità. Se vendete anche le cornici sarebbe più comodo per il cliente, ma è un po' un impiccio, bisogna organizzarsi bene col corniciaio di fiducia. Comunque si può fare e venderete i quadri incorniciati e pronti da appendere.

I quadri moderni possono essere di vari tipi, i più interessanti sono sicuramente i quadri belli. Infatti, quando dobbiamo comprare un quadro moderno è consigliabile comprarlo bello, altrimenti rischiamo di appendere in casa qualcosa che non piace agli amici che ci vengono a trovare. Tra i quadri moderni belli possiamo sicuramente annoverare i quadri per camera da letto, in quanto questo ambiente è quello dove riposiamo e passiamo i nostri momenti migliori. A questo proposito, è consigliabile scegliere un quadro orizzontale da appendere dietro il letto matrimoniale, in modo da dare a tutta la stanza il colore giusto, intonato con le federe dei cuscini e delle lenzuola. Quando appendiamo un quadro in camera da letto, ricordiamoci di appenderlo dritto, in modo da non dare un’idea di disordine alla stanza. Come consiglia la maggior parte degli esperti del settore, i quadri blu e quelli rossi, se moderni, sono l’ideale per arredare il soggiorno con stile e raffinatezza, in quanto ricordano paesaggi di mare e campagna autunnale, che sono molto alla moda tra gli architetti di interni. In soggiorno, se vogliamo un arredamento di classe, possiamo optare per un quadro astratto, che fa sempre scena. Tutti quelli che lo vedono possono infatti dire quello che vogliono sia sullo stile che sui colori, in quanto avranno sempre ragione. Se poi è un quadro astratto informale o materico ancora meglio. I quadri moderni devono essere dipinti a mano su tela pittorica e sulla tela ci deve essere la firma dell’artista, altrimenti rischiamo che non valgano il prezzo che li abbiamo pagati. Se l’autore è un artista anonimo, sul retro della tela ci deve essere riportata la dicitura “artista sconosciuto”, e in questo caso, se siamo fortunati, magari è un quadro di Picasso che ci hanno venduto per sbaglio. Se il nostro quadro è stato acquistato online, lo riceveremo a casa con corriere espresso e potremo pagarlo in contrassegno. Quando viene il corriere, volendo, potete farvi aiutare ad appendere il quadro, in modo da essere sicuri che sia appeso dritto. Non sempre il corriere è disponibile, ma magari se gli date una mancia vi aiuta. Una volta appeso, se non vi piace, potete dare un pennello al corriere e per pochi euro, se ha spirito artistico, ve lo dipingerà con altri soggetti e colori, in modo che non dovrete rimandarlo indietro. Nei cataloghi online delle varie gallerie spesso trovate quadri moderni di nudo. Queste opere, soprattutto se quadri orizzontali, rappresentano donne senza veli e sdraiate dipinte con raffinatezza. Nei nudi di spalle spesso la modella ha i capelli raccolti, in modo che si possa disegnare anche il collo che è molto seducente e si adatta ad un arredamento di stile. Nell'acquisto fate attenzione alla data di produzione del quadro: quando non è abbastanza recnte, per sicurezza, chiedete al rivenditore o al gallerista il certificato di modernità, altrimenti rischiate di comprare un quadro classico che non si abbina bene con le altre forniture d'arredo tipo gli specchi e le lampade di design. Fine dei consigli.

Organizzare una mostra d'arte con i propri quadri non è così facile come potrebbe sembrare. Infatti per prima cosa bisogna trovare un locale adatto. Il locale adatto per una mostra d'arte moderna è una stanza molto grande con le pareti bianche e dove possiamo mettere i chiodi senza che il proprietario ci dica niente. Al limite potete promettere al proprietario che una volta finita la mostra ridipingerete i muri o, meglio, gli regalerete un quadro. Bisogna affittare quindi un locale grande con le pareti bianche. Se lo affittate in periferia è meglio perché lo trovate a buon prezzo. Diciamo un locale di almeno cento metri quadrati se è una mostra importante, altrimenti basta un garage. Una volta trovato il locale, dovete fare i quadri. Allora comprate delle tele e dipingetele con vari colori, in maniera astratta se volete fare gli astrattisti, altrimenti dipingendo delle figure per essere pittori figurativi. Diciamo che per una mostra servono almeno dieci quadri, altrimenti farete la figura dei dilettanti tra i collezionisti e i critici d'arte. Ricordate di fare quadri orizzontali e verticali, in modo da essere pronti a coprire nel modo migliore le pareti per la mostra. Una volta pronti i quadri bisogna pensare alla cosa più importante nel mondo dell'arte: il rinfresco. Nessuno verrà alla mostra se non c'è un bel rinfresco con molte cose buone da mangiare. Una galleria che si rispetti ha anche lo champagne per il vernissage. La cosa migliore sarebbe affidarsi ad una agenzia di catering, ma se volete risparmiare andate al supermercato e comprate il necessario per preparare tartine con vari gusti, dalla salsa tartara alla pasta di olive. Non dimenticate qualcosa di dolce come i pasticcini o i bignè. E poi qualche bottiglia di prosecco. Potete anche andare al discount e risparmierete circa il 30%. Quando è tutto pronto, preparate dei bigliettini di invito. Se è una mostra d'arte contemporanea è meglio farli molto semplici e minimalisti, se volete dare l'idea di essere pittori concettuali è preferibile preparare dei bigliettin in bianco e nero. I bigliettini vanno messi ognuno in una busta a sé, dove scriveremo i nomi degli invitati. Per gli indirizzi dei collezionisti basta prenderli sugli elenchi telefonici. Se siete abili con il mondo di internet, potete risparmiare sui francobolli ed inviare direttamente delle e-mails (poste elettroniche). Ai collezionisti più importanti mandate comunque anche il bigliettino, con scritto sopra RSVP che vuol dire che devono confermare se vengono o no. Nell'invito fate capire che si mangia bene, altrimenti il vernissage va deserto. La data della inaugurazione della mostra deve essere una sera che non c'è la partita, perché non potete certo fare concorrenza con il calcio. Allora, siete pronti per questa avventura? Riepiloghiamo: un garage in periferia, una sera senza partita, roba buona da mangiare, qualche quadro artistico e tanti ospiti, sia invitati con bigliettino sia invitati tramite internet. Tutti apprezzeranno i vostri quadri, i critici diranno che siete un talento artistico e voi diventerete ricchi nel mondo affascinante degli artisti. Sempre che proprio quella sera là non si metta a piovere a dirotto e allora non viene nessuno. Vi consolerete allora con le tartine che saranno tutte per voi.

L'arte moderna è l'insieme di tutte le cose artistiche fatte da poco. Le cose artistiche fatte prima si dicono classiche o anche più in generale arte antica (o vecchia). Nell'arte moderna ci sono poi diversi oggetti oltre i quadri, e anche cose immateriali come le canzoni. Ma soffermizmoci in questa nota critica sull'arte visiva (escludiamo quindi la musica, la poesia e la scultura artistica in bronzo e marmo). Gli storici dell'arte e i critici hanno catalogato gli stili di pittura per aiutare chi deve arredare casa a scegliere il quadro giusto per ogni tipo di ambiente. L'arte più moderna di tutte comprende i quadri astratti, che sono stati dipinti a mano su tela pittorica seguendo uno stile meno commerciale. I pittori astrattisti infatti vendono meno perché a tutti piace capire bene cosa c'è dipinto in un quadro. Anche per questo motivo i quadri astratti di solito, a meno che non siano di Kandinsky o Rothko o Giorgio Zampironi, vengono venduti a un prezzo più basso nelle gallerie d'arte e nei negozi di casalinghi. In questo modo si cerca di avvicinare il grande pubblico a questo tipo di opere. A volte, quando l'artista è veramente moderno, vende quadri materici dove sulla tela sono incollate anche delle cose (spago, cartone, ferri) in modo da farli più particolari e più artistici e anche per guadagnarci qualcosa sul costo della materia. Se siete degli intenditori d'arte, sicuramente avete un quadro astratto materico in salotto. La quotazione dei quadri moderni stile pop art invece è molto alta (ne trovate anche a 300 euro), in quanto nel corso della storia dell'arte si è visto che arredano qualsiasi tipo di ambiente, anche le pareti della cucina, quindi c'è una forte domanda di questo stile artistico contemporaneo. I collezionisti ne hanno molti da parte e continuano ad accumularne altri, e tutti vogliono avere un quadro pop art a casa. La caratteristica di questo stile è il colore molto brillante e la facilità di riconoscere i soggetti, in genere personaggi famosi. I quadri impressionisti ed espressionisti sono moderni ma non troppo se paragonati ai quadri pop art. Infatti ormai si vendono quasi esclusivamente nei musei e non anche nei mercati e nei negozi di arredamento o i siti online di gallerie. Alcuni storici ormai li definiscono classici, anche se per gran parte del pubblico sono moderni, in quanto rappresentano le cose non proprio in maniera uguale a come sono. Il Cubismo è uno stile a parte, inventato da Picasso e Braque agli inizi del Novecento (attenti a fare un quadro cubista, in quanto gli inventori hanno registrato il marchio di questo stile all'Accademia Internazionale di Arte Moderna). Comunque è uno stile che si vende poco, in quanto nessuno vuole arredare la camera da letto con dei ritratti con gli occhi storti e il naso grande. L'arte concettuale invece è uno stile artistico moderno che va tantissimo. Basta entrare in qualsiasi grande magazzino per trovare opere quali sturalavandini (che rappresentano il concetto di liberare), cavatappi (che rappresentano il concetto di stappare), pentole (che rappresentano il concetto di cucina). E anche lampade in plastica (che rappresentano il concetto di luce, molto diffuso nell'arte moderna).

La storia dell'arte ci insegna che i quadri si possono dividere in due categorie principali: i quadri classici e i quadri moderni. I quadri classici, comunemente detti anche quadri vecchi, sono quelli dipinti tanti anni fa e si adattano principalmente ad un arredamento fuori moda; i quadri moderni, anche detti quadri nuovi, sono quelli dipinti di recente, e sono l'ideale se in casa avete mobili di design. Tra gli artisti più conosciuti della prima categoria troviamo Raffaello e Michelangelo, mentre possiamo tranquillamente annoverare nella seconda categoria Picasso e Klimt. Queste due grandi categorie a loro volta si possono suddividere in diversi stili: soffermizmoci in questo articolo sugli stili dei quadri moderni. Il primo stile è quello astratto, dove il pittore non ci rappresenta niente. Il secondo stile è quello materico, dove l'artista mette nel quadro un po' di materia a rilievo per farlo più particolare. Il terzo stile è il quadro pop art, inventato negli anni Sessanta in America e poi esportato in tutto l mondo. Nella Pop Art i quadri sono molto colorati e brillanti, infatti sono i complementi d'arredo preferiti dagli architetti moderni. L'inventore della Pop Art fu Giorgio Zampironi, da cui poi Warhol prese ispirazione per la sua Marilyn. Un altro stile moderno è il quadro per camera da letto, che comprende tutte le opere, sia quadri verticali che orizzontali, che vanno collocate dietro la testata del letto o comunque nella camera dove dormiamo. Un pittore famoso di questo stile è Matisse, famoso per i suoi quadri per camera da letto dai colori puri e brillanti. Quando compriamo un quadro moderno, dobbiamo ricordarci di chiedere sempre il certificato firmato dall'artista, altrimenti rischiamo di comprare una copia d'arte, anche detto falso d'autore. Le copie d'arte di quadri famosi si riconoscono perché in genere sono meno belle dell'originale, anche se a dire il vero sono anche quadri molto più economici. Infatti con duecento euro possiamo avere una copia di quadro da soggiorno (per esempio di Kandinsky) mentre il prezzo del quadro originale sarebbe in realtà molto più alto. E poi sono sempre lavori molto artistici dipinti a mano al 100% su tela pittorica, il che è di per sé garanzia di qualità soprattutto se sono made in Italy. I maggiori capolavori dell'arte contemporanea non sono in vendita online, ma bisogna andare in gallerie specializzate. Nei negozi di quadri moderni online troviamo invece dei quadri moderni di seconda scelta, molto belli e colorati ma firmati spesso da bravi artisti poco famosi. Ma chi si contenta gode.

Ciao amici, volete fare un quadro moderno? Bene, niente di più facile se seguite queste facili istruzioni. Per prima cosa rimediate una tavola di compensato (la tela pittorica per i quadri moderni non si usa più). Deve essere una tavola piccola se volete fare un quadro di piccole dimensioni, altrimenti usate una tavola più grande. Pesa di più ma poi quando vendete il quadro riuscite a ricavarne un prezzo molto più alto. Per fare un quadro moderno dovete comprare anche della vernice, possibilmente vernice sintetica. Comprate il bianco, il nero, il rosso, il giallo e il blu. Cominciate con un pennello grande e fate tutta la tavola nera. Appena il colore asciuga prendete il rosso e tirate qualche pennellata da sinistra verso destra, stando attenti a non sporcare il pavimento. Se volete mentre dipingete potete mettere della musica e pennellare a tempo. Vi consiglio di tenere la musica alta, in modo che i vicino sentano che state creando e magari si sparge la voce e arriva a un collezionista d’arte e vi facilitate poi il lavoro quando dovete vendere il vostro quadro. Un altro consiglio è usare un grembiule da artista, in modo che non vi sporcate di vernice i vestiti. Quando avete dato il rosso, provate a dare delle pennellate col giallo. Se vengono bene, continuate pure col blu, altrimenti coprite un po’ col bianco e ricominciate appena il colore è abbastanza asciutto. Volendo, potete alternare l’uso di pennelli piccoli e pennelli grandi, purché abbiano setole naturali. I quadri moderni di solito sono astratti, ma non è vietato mettere nel dipinto qualche figura realistica, vi suggerisco però di dipingerla un po’ strana, altrimenti sia i galleristi che i collezionisti d’arte moderna potrebbero scambiarlo per un quadro classico e valutarlo diversamente. Quando siete stanchi di dipingere, fumatevi una sigaretta ammirando il lavoro svolto, le sue geometrie, gli equilibri formali e l’aspetto materico. Siete pronti a continuare? Bene, allora quando avete quasi finito di dipingere mettete qualche pennellata di blu in basso e fate sgocciolare un po’ di rosso sui bordi, in modo che l’aspetto complessivo assomigli più possibile a un capolavoro artistico. Una volta finito, potete anche non mettere la cornice, in quanto nei quadri moderni di solito non si usa. Se proprio dovete farlo incorniciare vi consiglio una cornice di alluminio o di acciaio, che sottolinei lo stile materico e espressionista astratto dell’opera. E arriva finalmente il momento di vendere il quadro e diventare artisti affermati. Allora procedete in questo modo. Telefonate a un gallerista e ditegli che avete a casa (o forse è meglio dire in atelier o a studio) un nuovo quadro di stile moderno sul cavalletto. Il gallerista fiuterà l’affare e correrà da voi con dei soldi contanti. Appena vedrà il quadro ve lo comprerà per rivenderlo a un suo collezionista d’arte contemporanea e guadagnarci un bel po’, quindi non vi fate scrupoli a trattare sul prezzo della vostra arte. Lui pagherà e si porterà via il quadro. Già il giorno successivo riceverete delle commissioni per nuovi dipinti nello stesso inconfondibile stile moderno. E voi allora diventerete presto ricchi grazie ai vostri quadri moderni astratti ma non troppo.

I quadri moderni possono essere divisi in tante categorie, ma l'importante è che siano stati fatti di recente, altrimenti non si può parlare di quadri moderni ma dobbiamo parlare di quadri antichi (anche detti classici). Una delle categorie più importanti dei quadri moderni è l'Astrattismo, dove in pratica gli artisti fanno opere che non rappresentano niente. Nei loro quadri non si riconosce niente di reale, non ci sono paesaggi, figure umane disegnate o quadri di nudo, e per questo motivo molti credono sia uno stile artistico più facile, in quanto non serve saper disegnare bene. Gli astrattisti fanno in genere, a parte qualche eccezione come Kline e Hartung, tutti quadri con molto colore dove non si capisce bene cosa ci sia disegnato, ma nell'insieme vediamo tutta una serie di segni e colori che in qualche modo ci fanno capire che è un'opera d'arte e non una tela imbrattata. Molti esponenti di questa corrente artistica non dipingono sul tradizionale cavalletto, dove la tela è posta in verticale, ma mettono il supporto in piano, a volte anche sul pavimento, in modo da poterci spalmare meglio il colore e farlo anche schizzare con grandi movimenti del pennello. In questo caso spesso si parla di arte informale perché oltre ad essere astratte le immagini così dipinte non hanno nemmeno una forma. Altra categoria è il Cubismo, stile Picasso. Qui sicuramente bisogna saper disegnare un po' meglio, non è necessario avere la tecnica di Leonardo da Vinci ma insomma, due pennellate come si deve bisogna saperle dare. I cubisti fanno quadri abbastanza strani, perché da un disegno ne tirano fuori almeno tre o quattro e li mischiano dipingendo tutto sulla stessa tela. Il risultato puo' sembrare facile, infantile e poco professionale, anche se magari i colori a olio usati sono stati dati bene. Più che altro se un artista fa un ritratto cubista a qualcuno non esperto d'arte, questi potrebbe un po' rimanere deluso, perché magari si vede rappresentato col viso tutto storto, con gli occhi disegnati sotto al naso. Comunque sono quadri moderni che hanno il loro fascino, almeno non si tratta dei soliti paesaggi bucolici. Nell'arte contemporanea c'è anche il Surrealismo. I pittori surrealisti facevano quadri figurativi, ma tutti un po' strani, quasi immagini dei sogni o degli incubi. Magari disegnavano pure bene, ma troppo inquietanti quei quadri dove gli asini verdi volano, gli orologi si piegano, gli uomini hanno il corpo fatto di cielo azzurro. Insomma, è arte contemporanea surrealista, dove, come dice il termine stesso, si va un po' oltre la realtà vera quando si rappresenta qualcosa. Per finire questa breve nota critica sull'arte contemporanea, non possiamo non ricordare la categoria della Pop Art. Questo stile ha avuto molto successo anche se moderno perché abbastanza facile da capire. E poi è spesso anche molto giocoso, a chi non piace un bel ritratto tutto colorato con colori brillanti, magari di un personaggio di successo del mondo del cinema o della musica? Pop Art perché appunto arte che piace anche ai popolani che di solito non si interessano alle tematiche concettuali dell'arte visiva, ma apprezzano comunque la buona pittura e gli scherzi di buon gusto. Per approfondire la tua conoscenza sull'arte contemporanea digitale puoi invece guardarti i quadri di questo sito..